Translate

mercoledì 26 gennaio 2022

Anno della Tigre d'Acqua

 

L’anno della Tigre d'Acqua

O della Tigre che attraversa la foresta

Carattere cinese Hu: la Tigre è la Regina della Montagna e in Cina, la sovrana del quadrupedi. La Tigre è un'animale orientale ed è completamente estraneo all'occidente.

La Tigre di Manciuria: La Signora del bosco di Montagna

Sono probabilmente esistiti dei leoni in Cina e in India  (Singh – Singapore Singha Poura è la Città del Leone) perché li ritroviamo spesso nell'immaginario come dei "Guardiani del Budda". E' per questo titolo prestigioso di "Chen Fo" che gli antiquari francesi hanno chiamato i leoni cinesi con il nome ridicolo di "cani folli". 

In India, a Ceylan, la Tigre della ribellione si oppone a volte al leone del governo:

La Tigre della leggenda Gazi, India XIX secolo al British Museum “Cavalcare la Tigre” è una delle ricette del potere. Che lo si voglia o meno la Tigre rappresenta il ribelle, o almeno colui/colei che resiste. Ma che prova sempre a fondare il suo potere sulla legittimità. E che, vi si attacca con tutta la forza dei suoi artigli, fino a volte a diventare un po' imbarazzante. Perfino forse leggermente dittatoriale. Ma lo fa per la buona causa, ovviamente. Raramente la sua è vera. Ma l'inferno è spesso pavimentato dalle migliori intenzioni. Può suscitare quindi a sua volta, la resistenza che si sforza di combattere. Se non è più sostenuta si ritira, altezzosa e sdegnate. Ma avrà lasciato il segno. 

La bandiera della Tigre della ribellione  Tamoul. In Cina il SignoreTigre (Lao Hu), è il   “Principe della Montagna” titolo che gli venne dato ufficialmente dal Primo Imperatore, che ha finito per rimpiazzare definitivamente il Leone. 

Simbolicamente l'anno della Tigre segue del Toro. Il Toro/Bufalo aveva appena tolto di mezzo il Topo ma è a sua volta mangiato dalla Tigre. Detto tra noi la Lepre avrà un po' più di problemi ad addentarsi la Tigre. 

Gli anni della Tigre :

Tigre d’Acqua Ren Yin (Yang) : dall' 8 febbraio 1902 al 28 gennaio 1903. 

Tigre di Legno Jia Yin (Yang) : dal 26 gennaio 1914 au 13 febbraio 1915

Tigre di Fuoco Bing Yin (Yang) : dal 13 febbraio 1926 al 1 febbraio 1927
Tigre di Terra Wu Yin (Yang) : dal 31 gennaio 1938 al 18 febbraio 1939
Tigre di Metallo Geng Yin (Yang) : dal 17 febbraio 1950 al 5 febbraio 1951
Tigre d’Acqua Ren Yin (Yang) : dal 5 febbraio 1962 al 24 gennaio 1963
Tigre di Legno Jia Yin (Yang) : dal 23 gennaio 1974 al 10 febbraio 1975
Tigre di Fuoco
 Kui Chou (Yang) : dal 9 febbraio 1986 al 28 gennaio 1987
Tigre di Terra Wu Yin (Yang): dal 2 gennaio 1998 al 15 febbraio 1999
Tigre di Metallo Geng Yin (Yang) : dal 14 febbraio 2010 al 2 febbraio 2011
Tigre d’Acqua Ren Yin (Yang) : dal 1 febbraio 2022 al 21 gennaio 2023.

Quindi quest'anno sarà l'anno della Tigre d'Acqua Yang Ren Yin. E il 4719 anno del calendario cinese classico.

E' “La Tigre Nera che attraversa la foresta”

La Tigre “Hou” o strumento di musica in bronzo del IV secolo A.C e che si situa a destra dell'orchestra. Si sfregava sulle punte situate lungo il dorso della tigre provocando un suono che somigliava "al saggio del vento dentro un bosco di pini una mattina di primavera". Quel suono era considerato come colui che aumenta il coraggio o la "virtù cavalleresca"  (Wude ou Xiade).

Foto Kettik

In Cina del Sud, Tigre si pronuncia "Fo" che significa semplicemente “Felicità” o “Budda”. I cuscini utilizzati per la meditazione Zen (o Chan) si chiamano “Zafu” che significa letteralmente "seduta felice" ma anche "seduta del Budda" e "sedersi come una Tigre".  Come dice il proverbio "Se pesti tre volte il piede del Budda diventa una Tigre!” (Quindi si arrabbia). Il Budda non è un orsetto del cuore. Si dice che l'universo è una merda di mosca sul sandalo del Budda". Allora che dire dei dittatori con la pelle di conigli e delle loro comparse...

L’ANNO della TIGRE
Domanda diretta : la Tigre è benevola o distruttrice? Bisogna farsene una ragione, tanto protegge, quanto aggredisce. Altrimenti non sarebbe LA TIGRE!

La Tigre della Manciuria è un potente protettore. E si riconosce bene il carattere "Re" o "Imperatore" sulla sua fronte.

 

Ma la rabbia della Tigre è imprevedibile.

Astrologia Cinese :  Nativi dell'anno della Tigre : 1890 ; 1902 ; 1914 ; 1926 ; 1938 ; 1950 ; 1962 ; 1974 ; 1986 ; 1998 ; 2010 ; 2022 ; 2034 (ma c'è ancora tempo !)

Anno della Tigre Ren Yin che attraversa la foresta : 2022

L’Anno della Tigre d’Acqua Yang Ren Yin o “Tigre Nera che attraversa la foresta ” inizia in Occidente la notte dal 31 gennaio al 1 febbraio 2022 alle 3.00 del mattino (orario solare) o alle 5.00 orario legale. E finirà il 21 gennaio del 2023.

Ren è il nono dei dieci ”Tronchi Celesti Yang”(Tien Gan) e rappresenta i semi interrati nel suolo che sono il vegetale (Legno) nello stato del divenire. E' il potenziale della forza e del vigore. Rappresenta la stagione dell'inverno e il Palazzo della Tartaruga Nera. E' l'energia del Jue Yin che non è più completamente Grand Yin (Tai Yin) ma che non è ancora Piccolo Yang (Shao Yang). Sono le "nubi" benefattrici (Ze o Tse) che si attaccano alla terra  (negli strapiombi delle montagne) o sul bordo e che, staccandosene diventano nuvole (Yun) che sono motivate dal vento (Feng). E' la transizione tra l'Acqua (Shui) e il Vento (Feng). Tra lo Yin e lo Yang. Il Feng Shui (Vento/Acqua), o geobiologia cinese, studia i rapporti sottili tra il visibile e l'invisibile, tra la materia (Xing) e l’energia (Qi). Il vento è, tra l'altro, come lo descrive il sintogramma antico “la residenza de l’uccello”. Non quindi là dove abita, il nido (Tuo), ma là dove risiede e dove si esprime.

Yin è il terzo dei dodici  “Rami Terrestri Yin” (Wu Di Zhi) che rappresenta la luna e l'ora dei panieri riempiti di erbe medicinali. Probabilmente dell'artemisia annuale...

Questo corrisponde anche al 33e Esagramma del Yijng (Dun) – la ritirata, ritirarsi –  l'antica figura designa un chiaro di luna e un potente animale (Tigre) che entra tra due rocce e poi scompare. Nella meditazione del Calendario di Giada è il punto tra le sopracciglia - il Terzo occhio - dove penetra l'inspiro sottile per interiorizzarsi in vista di una trasformazione alchemica a livello dei "Tre Focolai"...
Un commento precisa : ” Dun “La Ritirata”, è il momento strategico del ritiro che permette di vincere sulle forze avverse". Quindi un segno favorevole sopratutto nella situazione attuale. Il sottile vince sul grossolano. Finalmente. Ma bisogna aggiungere "Senza grossolano non c'è il sottile". 

Questo anno della Tigre d'Acqua Ren Yin è dunque basato sull'ambivalenza tra due polarità rappresentate dal Metallo (Ovest) e il Legno (Est). E' la complementarietà/opposizione tra ii Trigrammi Kan (Acqua dell'Abisso) e Li (il Fuoco Celeste). E' anche per questo che Kan e Li rappresentano le "forze spirito" della natura, il Fuoco e l'Acqua - in giapponesi Ka e Mi- quindi i Kami. La Tigre è dunque, in qualche modo, la regina dei "Kami" colei che dirige le "forze spirito" della natura e in particolare della Montagna. E' quindi un simbolo potente che è stato utilizzato da tempo immemorabile in Cina, molto prima del Drago! 

Questa ambivalenza è particolare della Tigre che è sia Yang e corrisponde al Legno e alla primavera (lavoro dei muscoli e tendini) e nelle pratiche dell'esterno (Kung Fu Wushu de tendenza Shaolin come l'hunt Car per esempio) sia Yin nelle pratiche interne (Tao-Yin e Do In) in cui si oppone al "Drago Verde" e rappresenta quindi il Metallo e l'autunno. E' una cosa abbastanza difficile da spiegare a chi inizia la pratica, ai quali piacerebbe che le cose fossero definite una volta per tutte. 

Per i Kami si tratta di "forze-spirito" della natura e non di "divinità"....

Nella pratica del Kung- Fu Wushu di stile esterno la Tigre rappresenta la Primavera, la forza muscolare, la vista, il coraggio e la bravura cavalleresca. La Tigre rappresenta la visione tipicamente cinese descritta all'inizio dello Yijing : “Pei Yin Pei Yang Shang Wei Dao” : “Uno Yin Uno Yang è semplicemente il Tao”. La Tigre può essere al tempo stesso o successivamente feroce, aggressivo o protettore e conciliante. E' l'immagine della Tigre che sotto la sua apparenza pesantezza dissimula una grande elasticità. E' potente  come l'Orso (Terra) ma anche elastica come la scimmia (Acqua).
La Tigre è quindi un potente protettore che qualcuno qualifica come manipolatore e anche paternalista, ma per invidia perche in realtà, non calcola mai e agisce senza troppo riflettere e spesso se ne pente. Contrariamente ai suoi detrattori che sanno bene cosa fanno e non se ne pentono. 

 

Straordinario specchio in bronzo dell'epoca degli Zou Occidentali (1121-771 A. C) che rappresenta una tigre ruggente pontant 7 piccole tigri in gestazione e in posizione fetale tranne la sesta che sta già sulle zampe. Simbolo della fecondità della natura e  del rinnovamento primaverile. E' da notare che La Tigre d'Acqua, o Tigre Nera, simbolizza il metallo dello specchio. 

La Grande Costellazione Autunnale della Tigre.

Una volta in Cina il Cielo era diviso in "Quattro Palazzi". A Occidente, quindi a Ovest, regnava la Tigre Bianca. SI tratta della Tigre dell'Asia del Nord che differisce dalle altre tigri dei paesi caldi per la pelliccia più folta e a pelo lungo e di colore biancastro, ma sopratutto per la sua taglia ben più grande. 

Ed ecco una descrizione classica: La forma della tigre bianca somiglia a quella di un tigre ordinario, ma è più grande, più lungo e di colore bianco. Quando ruggisce i venti si levano. Il suo pelo è bianco come una nuvola. Tutti gli autori confondant sul carattere feroce e crudele di questa tigre. E' chiamata la regina dei quadrupedi e il primo imperatore le ha dato il nome di Principe della Montagna. E' considerato un animale solare. Ruggisce come una scossa di terremoto e tutti gli animali ne hanno paura e addirittura il vento stesso la segue. Il suo colore bianco l'ha fatta soprannominare "Il Generale dalla fronte bianca" mentre la sua apparizione nei campi annuncia l'uragano. Perché la Tigre bianca si colloca nella sfera occidentale e autunnale? Un proverbio cinese afferma che “Il vento si alza, la Tigre arriva”. In periodi di difficoltà compaiono i grandi Esseri Umani. 

Quando arrivava l'autunno in Manciuria le Tigri scendevano veramente dalla montagna per attaccare il gregge, terrorizzando anche gli esseri umani. La tigre serviva quindi al popolo come indizio dell'arrivo dell'autunno, e, naturalmente, le stelle che apparivano durante i tre mesi di Autunno nel Cielo Occidentale venivano chiamate "Stelle della Tigre".

Nel Cielo quindi si distingueva la “Testa della Tigre” (Hou Chao) ; "Il muso della Tigre” (Hou Keou) il “Corpo della Tigre” (Hou Chin) ; la “Coda della Tigre” (Hou Wi), il cui insieme era designato come  “Tigre Bianca” (Bai Hou). Quindi se, l'autunno è la decadenza della natura e del sole  “Nella via del Cielo l'autunno è il sicario, colui che togli la vita. Per questo venne chiamato "Ministero dell'autunno" all'alta corte criminale che poteva fare le esecuzioni capitali solo durante i tre mesi d'autunno.  La Tigre Bianca rappresenta quindi la Giustizia e la Decisione, ossia l'esecuzione, quindi la determinazione senza errore. Quando più avanti si sostituirà a questa costellazione della Tigre quella dei 7 isterismi delle 28 costellazioni si continueràquanto meno a rispettare il principio di base dell'astrologia cinese. L'antica costellazione della Tigre corrisponde oggi a Andromeda, all'Ariete, al Toro e a Orione. La Tigre Bianca si oppone quindi nel Cielo al Drago Verde che rappresenta l'oriente. Buona parte dei Cinesi credono ancora che per questo gli Occidentali sono "crudeli come delle Tigri".

Passaggio proviniente da "Du Halde Description de la Chine T. IV P. 35. Cité dans “Uranographie Chinoise” par Gustave Schlegel Editions So-Ouen 

“Si tratta quindi di un anno SHAO YANG (YIN) collegato al FUOCO IMPERIALE ma che subisce l'influenza profonda del LEGNO (REN) (Tronco celeste e Ramo terrestre) con caldo e siccità e rischi di tempesta d'autunno. Il SUWEN (SO OUEN) , capitolo 71, precisa “All'inizio durante l'anno retto da Shao Yang fa più caldo rispetto agli altri anni. Il caldo è spesso la causa delle malattie i cui  sintomi sono i seguenti: ascessi, diarrea, gonfiamenti, vomito, dolori al cuore"il fait plus chaud que pendant les autres années. La chaleur est souvent la cause de maladies dont les symptomes sont les suivants : abscès, diarrhées, gonflements, vomissements, douleurs au coeur”. (Trattato di Medicina Cinese  Tomo V- dall'astrologia alla medicina – Il cielo, la terra, l’uomo del Dr A. Chamfrault. Editions Coquemard Angoulème 1963 pagina 214. Segnaliamo che lo stesso Dr Chamfrault nel tomo sulla farmacopea da l'Artemisia annuale come rimedio sovrano contro le affezioni contro le punture d'insetti.

“Gli anni della Tigre sono spesso generatori di conflitti e di tensioni che rendono complicato il contesto sociale ma sono temperati e animati da una richiesta di giustizia. E' anche un anno dei grandi processi che mirano a ristabilire il buon diritto collettivo contro gli interessi privati di pochi" 
Ricordiamocelo bene.


Le “Cinque Generali Tigre” – Incantesimo  (Fu Lu) di protezione –

La scuola degli “Incantesimi” (Fu Lu Pai) è una delle principali scuole "esoteriche" del  Feng Shui e appartiene al ramo del Ling Pao Ming (Lingbaoming). Gli "incantesimi" sono stati répertoriât nel Les “Charmes” “Canone Taoista” ma si trasmettono da Maestro a discepolo. La trasmissione consiste nell'insegnamento di come "animare" gli incantesimi che senza un rituale adeguato restano delle semplici illustrazioni. La nozione di rituale è quindi essenziale nella pratiche del Feng Shui  dove gli "Incantesimi" permettono di riequilibrare l'ambiente ristabilendo la circolazione favorevole dell'energia vitale. Su questo "Incantesimo" riconosciamo le Cinque Tigri collegate ai cinque elementi: al centro la Tigre Gialla o "tigre Imperiale", assistita dalla tigre di Fuoco (Rossa), dalla Tigre di Acqua (Nera), dalla Tigre di Metallo (Bianca), dalla tigre di Legno (Verde). 

E' interessante notare la disposizione molto particolare degli elementi in questo incantesimo. La Terra è al centro evidentemente. Ma il Fuoco e l'Acqua si fronteggiano in altro mentre il Metallo e il Legno si fronteggiano in basso. Le "Nuvole" (Yun) sono a forma di " Funghi Magici" (Ling Chu). Un Gioiello Scarlatto (Ling Pao) è collocato nel Cielo Nero sopra la Tigre Imperiale. Le Tigri del Metallo e del Legno camminano nel Cinabro ( Ling Dan), sempre di colore scarlatto (Ling) ou “meraviglioso”. Questo "Incantesimo" si mette nell'abitazione e protegge la casa e i suoi occupanti. La Tigre e i cinque elementi : La Tigre di Terra è la "Tigre che passa la Montagna" ed è rappresentata dal colore giallo. La Tigre di Metallo è la Tigre che scende dalla montagna ed è rappresentata dal colore bianco. La Tigre d'Acqua è la Tigre che attraversa la foresta ed è rappresentata dal colore nero. La Tigre di Legno è la Tigre che si tiene fermamente in piedi è rappresentata dal colore verde. La Tigre di Fuoco è la Tigre della Foresta ed la si rappresenta di colore rosso. 

L'ora della Tigre corrisponde al meridiano del polmone: dalle 3 alle 5 del mattino. La Tigre ha delle affinità con il Cavallo e il cane ma qualche difficoltà con la scimmia e il serpente.  

La Tigre Imperiale protegge la casa 


 

Molto più impressionante è la tigre antropomorfa che rappresenta uno Spirito (Shen) della Montagna della dinastia Song (VIII secolo). Tiene nella sua bocca un serpente, probabilmente una "vipera lubrica" . Ed è una tegola decorativa per il tetto destinata a proteggere la casa. 

 

Il Primo imperatore Wangdi o Imperatore Giallo. Questo imperatore, era un adepto di alchimia  (Nei Dan) e ricercava le ricette di lunga vita (Yang Sheng). Il pino indica la longevità e il pavone la dignità.


Per quanto riguarda gli "incantesimi" (Fu Lu) che sono delle "immagini-simboli" (Xiang) l'Imperatore Kangxi, ancore lui, afferma nel suo dizionario classico della lingua cinese: ” Le "immagini-simboli" rappresentano la carcassa di un elefante morto. Bisogna fare lo sforzo di immaginare come era quando era in vita. Bisogna dare vita e movimento al simbolo altrimenti puzza come una carogna".

Questo raggiunge il secondo principio della metafisica cinese dove si afferma âge "L'energia muore (nel senso che scompare) dove comincia la forma (Xing)tranne se è animata da un movimento (Dong)”
Il movimento è essenziale.
Il primo principio è semplicemente quello del "cambiamento" (Yi). Le cose cambiano, si trasformano, si adattano. Se non si adattano scompaiono (o muoiono e si fossilizzano). Il movimento è la prima espressione della vita. 

Wang, il mio predecessore, mi diceva sempre: 


“Agire è facile (Xing Yi) perché c'è una sola ragione per agire : l'azione. Ci sono dieci mila per non fare niente e per quello si complica”.
“Gli occidentali confondono Wu Wei con il “non fare niente” ou “non m'importa di niente” ed è là che si sbagliano perché il  Wu Wei è il sommo dell'azione”.
Wang Yang Ming, il suo antenato avrebbe aggiunto “Il alcune circostanze non fare niente è già agire”.

  

Tigre che ruggisce nella montagna – 10 000 anni di felicità ! I denti e gli artigli sono ben visibili e sono 12 che significa simbolicamente "miriade" (10 000) ou Wan che ritroviamo nel  Wanchai (10 000 Anni di Felicità) che in giapponesi si dice Banzai! Perchè 12 è uguale a Wan?  1 e 2 (12) fa Tre – Tre genera Diecimila. ” Tao genera Uno ; Uno genera  Due ; Due genera Tre ; Tre genera Wan Diecimila  (10 000 ma in realtà miriadi o moltitudine). I diecimila Esseri – la moltitudine degli esseri e le cose (Wan Wu) – si addossano allo Yang e abbracciano lo Yin e per questo coltivano l'armonia degli spazi intermedi (Daodejing – Tao Te King – Laozi (Lao Tseu) XLII). La Tigre è addossata alla Montagne e contempla la Valle.


 

La Tigre del Tempio di Shaolin – Dinastia Ming. Nelle pratiche esterne di Shaolin si oppone all'airone Bianco (Ovest)..

Stampa del Nuovo Anno della Tigre, arte popolare dei calendari cinesi. 
Ammettiamolo una volta per tutte: la Tigre ha proprio una bella faccia!

Benvenuto all'anno della Tigre!

I Pesci simbolizzano l'abbondanza (Yu). In questa stampa attuale si legge: Possiate avere in abbondanza dei bambini di alto livello! Il piccolo della tigre è “Kawaï”.

Carta cinese della “Tigre con le sopracciglia bianche” (Bai Mei o Pak Mei). Mi dispiace, ha appena mangiato il Bufalo che era così simpatico..!


.“Cavalcare la Tigre” è una figure dei praticanti alchimisti taoisti. Si tratta di un Mestro Celeste” Shen Tian Shi che cavalca la Tigre dalle sopracciglia bianche.

Un altro Maestro Celeste Zhang Dianzhi (Tchang Tien Che) cavalcando la Tigre dalle sopracciglia bianche. Zhang avrebbe vissuto nel Primo secolo ai piedi del Monte Tien Mou nella provincia di Jiangsi come eremita- medico. Alcuni lo assimilano a Zhang Daoling (Tchang Tao Ling) capo dell'insurrezione dei Turbanti Gialli.


Paro Taksang – la Tana della Tigre in Bouthan. Luogo sacro del Buddismo e eremo della montagna. Padmasambhava vi si rendeva a cavallo di una tigre bianca.


E altre tigre non meno straordinarie:  

La Tigre salta quando meno te lo aspetti e ama l'acqua!!


Il dente di Tigre è un potente talismano!


L’occhio di Tigre e l’occhio di Tigre ! Se la Tigre dorme con un occhio aperto, quello buono, si capisce perché si è dato questo nome a questa pietra semi-preziosi che proviene dall'Oriente. 

Sigillo classico "Kung-Fu US” avec le Yin/Yang


Tigre bianca dissetandosi


La “Tigre Noir” Della scuola di Arti Marziali Vietnamite in Francia.
Facciamo notare che la “Tigre Nera”dovrebbe rappresentare l'Inverno, quindi il Nord, ma la ritroviamo anche associata al Sud e in particolare in Vietnam. 



Il Maestro di Hung Gar : Lam Sai Wing (Lin Shi Rong) nella postura della Tigre Nera nella forma del “Tao della Tigre e della Gru”.

 

E una magnifica pietra guardiana di una tomba in Vietnam

Tigre  alata in bronzo, argento e oro della Dinastia Song (IX secolo)

Il carattere Tigre inciso nella roccia. 


Ed ecco la famosa coda della Tigre. Quando il disegno sottolinea la calligrafia.


 Calligrafia di Weng Hu (Dinastia Ming). La Tigre è vista di schiena con delle orecchie fino alla coda. Tre colpi di pennello sono sufficienti a creare una Tigre.  

La possiamo vedere anche così. Quando si ristruttura prima di de-localizzarsi. 


O così spogliandolo un poco. Si vede l'occhio e sopratutto la coda.




Questa visione calligrafica è assai particolare ma molto classica. 

E' lo Spirito della Tigre !

C'è un'immagine della Tigre, l'immagine che ci si fa della Tigre e la Tigre nella sua immagine.

Non si tratta di una calligrafia "magica" ma solo della percezione particolare che un praticante del Tao ha della Tigre, ossia della materializzazione dell'energia della Tigre. E' “Shen Fo” Spirito Tigre.

Se foste una Tigre comprendereste cosa voglio dire. 


Le Tigre in stampa tradizionale a forma di sigillo. 

La Tigre Nera di Shutterstock

“Possa la Tigre accompagnarvi quando passate la cima della Montagna!”


I proverbi e le storie immaginifiche che riguardano la Tigre :
“Appena uscite dalla tana del lupo cadere nella bocca della Tigre” Zheng Li Lang Wi, Yu Feng Hu Kou “Quando due tigri si battono ci sono sempre dei feriti ” Er Hu Xiang Zheng Pi You Yi Shang”
“Per togliere la campana attaccata al collo della Tigre ci vuole la persona che l'ha attaccata” Jie Ling (Ren Xu) Xi Ling (Ren)
“Mentre si respinge il lupo dalla porta principale la tigre entra dalla porta posteriore” Qian Men Ju Hu Hou Men Jing Lang
“La Tigre scesa nella pianura è il giocattolo dei cani”
“Una Tigre non partorisce un Cane”
“La Tigre ruggisce, il vento se alza” 

“La Tigre per quanto crudele sia non divora i suoi piccoli”
“Un governo tirannico è ben peggio di cento tigri”
“E' piuttosto imprudente schiacciare una mosca sulla testa del tigre”
“Anche la Tigre si appisola qualche volta “
“Tre persone che parlano di una tigre generano una tigre“ (una affermazione falsa a forza di essere ripetuta finisce per diventare credibile) NE SAPPIAMO QUALCOSA ATTUALMENTE!
“Quando non ci sono Tigri nella montagna anche la scimmia è Re"


“Un Maestro getta del sale tutte le mattine sul suo giardino. Un discepolo gli chose" Maestro perché gettate del sale tutte le mattine nel giardino? Lo faccio perché allontana le Tigri. Ma, risponde il discepolo non ci sono tigri in questa regione! E il maestro risponde" La prova che il mio sistema è efficace!" 

Una tigre sta per divorare una volpe. La volpe gli dice: "Tigre fai ben attenzione sono molto potente e posso spezzarti in due" La tigre si mette a ridere, e gli dice: "Tu potente! Sei solo una piccola volpe che mangerò in pochi minuti" La volpe non si smonta e dice:" No, ti assicuro!, Anche l'uomo mi teme" La tigre dice: "Mi piacerebbe proprio vederlo con i miei occhi! ”Allora la volpe propone alla tigre di seguirla in città dove si tiene un mercato. Alla vista della volpe seguita dalla tigre si scatena il panico generale. Così la tigre molto impressionata lascia andare la volpe" Favola estratta da “Trenta Sei Strategemmi” spiegando l'utilizzo razionale degli alleati. 

L’anno della Tigre di Jean Luc Saby insegnante delle Arts Classiques du Tao

Jin Hu Bai Hu “Cento Tigri è la più alta protezione ! “

 

La Tigre

La tigre non indietreggia di fronte a nessuna esperienza che sente buona per lei. La sua forza e il suo istinto la rendono sicura di sé, e niente le sfugge. Coinvolge tutto nel suo cammino, la sua strada è tutta dritta, e tutti stanno dietro, ma sopratutto nessuno davanti. La fortuna è quella di poter seguire la tigre, non di ritrovarsi naso a naso con lei. Solo un inconsciente, ossia un altro tigre può sfidare un tigre, ma nessuno dei due resterà sottomesso costi quel che costi.  

La tigre scaccia tutte le forze demoniache, signora temeraria, va a combattre senza paura. Essere irrazionale è un eufemismo per la tigre. Vive la sua vita senza regole, né limitazioni, cerca il contatto e riserva le sue prodezze nell'obiettivo di attirare simpatia. Quelli che si fanno graffiare o divorare non hanno capito niente, dovevano solo lasciar fare alla tigre, senza dimenticarsi di essere riconoscenti.

Ciò che bisogna comprendere, è che il miglior posto, è quello di stare nella traccia di questa tigre, dietro, non di fianco, tenersi un po in ritirata. Inutile voler farsela amica. Lasciatela fare lo sporco lavoro, perché ama farlo, "purificare lo sporco", ciò la onora e sopratutto non perdue mai l'occasione di salutarla e ringraziarla, sempre con sincerità (altrimenti viene il peggio), e sarà il modo migliore per ottenere la sua protezione. Protetti da una tigre, vi renderete conto: solo felicità.  

JIN HU BAI HU «Cento tigri, è la più alta protezione»

 

Estratto e tradotto  dall'articolo di Georges Charles:

https://tao-yin.fr/le-tigre-d-eau/


giovedì 11 febbraio 2021

Buon anno del Bue /Mucca di Metallo Yin

La Mucca o il Bue bianco che traccia la via





All'alba lunare del 12 Febbraio 2021, intorno alle 8 e 05, l'energia del nuovo spirito animale che dominerà per 13 lune, la Mucca/Toro/Bue/ Bufalo-a, si espanderà a spirale nel nostro tempo del Mondo di Mezzo. 
Sarà un incontro atteso, quello con la sua sacralità antica, la sua saggezza, la sua mansuetudine selvaggia e generosa e...ci indicherà la Via.
In molte culture, tra cui quella minoica e indiana, la Mucca è stata ed è tuttora sacra. E' cosmica e il suo latte è galattico, cibo spirituale della Madre "Gau Mata", Matrice-Universo che è pura abbondanza. Per questo è simbolo di prosperità e di una Terra capace di accogliere in sé il Cielo, una terra lavorata e raffinata con amore, abitata dalle  molteplici forme di vita.
Le sue corna appartengono all'energia della luna crescente e fanno di questo animale uno specchio dell'utero cosmico. La corrispondenza dell'immagine dell'utero con la testa di questo animale sono impresse e scolpite in rocce sacre che troviamo in tutto il mediterraneo.
Ma anche il cuore ha un campo energetico che ricorda quella stessa forma, detto campo toroidale, e l'influenza che ha il nostro cuore nel mondo è proprio la geometria del toroide, la matrice divina di ogni Essere vivente, tra cui il pianeta.
Allora l'auspicio dell'anno può essere GENERARE CON IL CUORE,
 rivelare o rivelarsi si nella Purezza (il bianco),
creare il Nuovo concreto e forte come il toro, generoso e potente come la Mucca. 
Ergersi con tutta la nostra forza per ritrovare l'armonia tra il sottile e il grossolano, restando liberi e vicini all'Essenza. 

Aldebaran è la stella della Costellazione del Toro che in questo momento splende nelle notti fredde del passaggio tra l'inverno e la primavera. Cerchiamola nel Cielo per collegarci alla sua energia antichissima.
Il Nuovo arriva quando comprendiamo la Via del ritorno...

Ana Cuenca




Estratto tradotto dall'articolo di Georges Charles sul Bue di Metallo, visibili su tao-tin.fr:

 


Come dice Zhuangzi (Tchouang Tseu) ;


“E’ camminando che il cammino si traccia. La giusta misura permette la pratica. Praticare è sperare in un risultato. Essere vicini al risultato è essere vicini al Tao. Bisogna affermare questo fatto ! “.


Il Bue/Mucca di Metallo è anche d’oro che è simbolo di prosperità. L’oro è semplicemente il “Metallo dell’Imperatore” (Wang Jin).


Dalla notte dei tempi ci accompagna. Sono stati ritrovati dei resti di due milioni di anni in Cina a Longupo, rappresentava per i nostri antenati, nelle grotte ornate, la forza caotica, la potenza della terra. Nelle gallerie si situa a destra (forza della terra) mentre il cavallo è situato a sinistra (forza Celeste). Ritroviamo spesso l’equivalente della Runa UR (toro) e la Runa FA (cavallo). Le due prime rune dell’alfabento runico sono FA Ur. Precedette il cavallo come mezzo di trasporto.



Questo anno del Bue di Ferro Yin è situato sotto la doppia influenza della Terra Chou (secondo ramo Celeste Yin) e del Fuoco Gui 8Secondo Tronco Terreste Yin). E’ quindi un anno  Tai Yin (Grand Yin) come il 1962.


Secondo il trattato del  Dr A. Chamfrault nel suo tomo 5 del Trattato di Medicina Cinese pagina 214- pubblicato da Coquemard a Angoulème nel 1963

“Vediamo che questo anno è sotto il signo terreste del Legno e sotto il segno celeste di Shao Yang (di cui la Tigre è l’emblema simbolico). Leggiamo nel So Ouen (Trattato di Medicina Interna Dell’Imperatore Giallo) : “All’inizio, durante l’anno retto da Shao Yang fa più caldo che negli altri anni. Il calore è spesso la causa di malattie i cui sintomi sono: ascessi, diarrea, gonfiori, vomir, dolori al cuore”.


Per i Praticanti notiamo che malgrado si tratti di un anno Grande Yin subisce un influenza esterna del Legno e della Tigre. Per questo possiamo definirlo un anno caratterizzato dal coraggio e dalla rettitudine necessaria per cingere l’ambiente della strategia manipolatrice del Grande Yin. Siamo avvertiti.


Caratteristiche della Mucca/Bue


Il bue è taciturno ma adora essere cincordato da amici, è coraggioso ma riflette ed è paziente. Ha il senso del dovere ma non ama né le ricompense né le decorazioni. E’ tenace e di una grande integrità intellettuale ma può anche dare prova di ostinazione, fino alla fissazione.

E’ molto attaccato ai suoi cari e ai suoi beni ma può diventare possessivo e dipendente. Ama ciò che è solido, stabile, confortevole e maturo. E’ laborioso, testardo ma ben organizzato. E’ suscettibile ma non porta rancore, è fiducioso, sopratutto in sé stesso e nella sua forza di persuasione

Si mette a servizio a condizione di non perturbare le sue abitudini. Possiede un senso innato del tempo e per questo è un economo. Ispira fiducia e rispetto, spesso meritato. E’ perseverante, inflessibile, pragmatico e autoritario ma prudente.





Nelle grotte di Niaux (Ariège) vediamo il bisonte /bufalo collegato alle sette stelle dell’orsa maggiore. I cinesi chiamano questa costellazione “aratro”. L’occhio dell’animale rappresenta la stella polare!





Il Bue fa parte del Palazzo del Settentrione (Nord) e si gira naturalmente verso la stella polare che gli indica la direzione in cui tracciare il solco. Simbolo del proprio cammino o Via spirituale o Destino.


L’alchimista, chiamato « il contadino» è colui/colei che sa utilizzare questa forza iniziale, questa materia “bruta” e intera che dovrà macinare e triturare per poterla trasformare e sublimare. “Senza il grossolano non esiste il sottile, perché ciò che è in alto è come ciò che è in basso”. E’ questo “grossolano” che servirà di punto d’’appoggio per elevarsi “fino alla stella polare” che è “custodita sotto l’aratro”.  “L’aratro” designa le sette stelle dell’orsa maggiore, la costellazione che indica il cammino, quindi la Via.  E il solco del vomere è quindi l’Opera alchemica o filosofica. Laozi, non è l’inventore del Taoismo, ma colui che lo “scopre”. In diritto colui che “inventa” un tesoro è colui che scopre, quindi lo porta alla luce, togliendo quello che lo tiene nascosto. Non è quindi strano che sia rappresentato mentre cavalca un bue.






E’ il “contadino”, l’alchimista che riscopre, che inventa l’antica tradizione, quella in cui le immagini, i simboli, sostituivano le parole. Il simbolo è movimento in azione, mentre la parola scritta è un contratto. Il simbolo riunisce ciò che era separato e produce il risveglio.